logo bianco primavera viaggi

Eritrea da scoprire

Un angolo ignoto d'Africa in 9 giorni

eritrea paesaggio

9 giorni e 8 notti in Africa 
Periodo Da settembre a maggio
Tipologia di viaggio: tour di gruppo con accompagnatore in loco

Costo a partire da: 

2890€ | A persona

50€ | Quota di iscrizione

Parti per un’avventura indimenticabile in Eritrea, un viaggio straordinario che ti porterà a scoprire le meraviglie di questo angolo d’Africa ancora poco conosciuto.

Con le nostre partenze garantite da settembre a maggio, esplorerai città storiche ricche di fascino, paesaggi mozzafiato che spaziano dal deserto alle coste incontaminate, e vivrai a stretto contatto con una cultura autentica e affascinante. Ogni giorno sarà un’opportunità per scoprire nuove storie, incontrare persone straordinarie e vivere esperienze uniche che rimarranno impresse nella tua memoria.

Preparati a lasciarti sorprendere e ad immergerti in un viaggio che ti cambierà per sempre.

Partenza al mattino dall’aeroporto italiano prescelto per Asmara con volo Turkish Airlines con scalo intermedio a Istanbul. Pasti a bordo.

Arrivo ad Asmara. Accoglienza da parte della guida locale e trasferimento in Hotel. Pernottamento.

Prima colazione in hotel. 

Intera giornata dedicata alla visita della capitale. Situata sull’altopiano a quasi 2.400 metri di altezza, Asmara, inserita dall’UNESCO tra i siti del Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel 2017, conserva intatta l’architettura italiana degli anni ‘30: grandi viali alberati, tipiche case di stile fascista e ancora molte insegne in italiano. Sembra di essere sul set di un film felliniano. 

Pranzo libero. L’eccezionale retaggio coloniale di Asmara offre diversi stili architettonici: espressionista, futurista, razionalista e neoclassico. Visita ai mercati, alla Cattedrale copta del 1920, la Moschea di Jamie el Kufala (1937) entrambe costruite su progetti italiani. Visita dell’antico Caravanserraglio. Rientro in hotel, cena e pernottamento 

Prima colazione in hotel. Partenza da Asmara per una splendida escursione che avrà come prima tappa Dekehmare. Durante la strada si vedono tanti villaggi e paesaggi favolosi fino ad arrivare a Dekehmare, una città industriale cresciuta tanto durante la conquista dell’impero dell’Africa Orientale italiana (A.O.I) e attualmente la cittadina più importante della regione. Dopo 25 km si arriva alla cittadina di Segheneity il cui nome significa “il luogo da molti struzzi” dove si ammirerà la splendida valle dei Sicomori. Il Sicomoro è uno dei simboli dell’Eritrea, e come in Libano c’è la valle dei cedri, simbolo di quel paese, anche in Eritrea c’è una valle dei sicomori. In questa valle ci sono centinaia di alberi, alcuni dei quali vecchi anche più di 300 anni e di questi c’è ne’ uno millenario, il più bello di tutti, riprodotto sul biglietto banconota da 5 Nafka. Sotto le sue ampie fronde, gli abitanti dei villaggi vicini si ritrovano per discutere, celebrare delle feste o dei riti, a riparo dal caldo. Ognuno di questi sicomori ha una storia mitica da raccontare. 

Si prosegue per Adikeyih la capitale della ex regione Achele Guzai, distante 121 km e dopo 4 km si arriva a Tekondae, un sito archeologico axumita e preaxumita. Qui si possono ammirare a cielo aperto frammenti, frantumi di pilastri e di seguito un altro sito archeologico “Cohaito” antica città giardino con una diga del VI secolo che ancora serve come riserva d’acqua alle popolazioni locali. Cohaito fu un insiedamento pre-axumita che prosperò durante il axumita e tappa importante sulla via che conduce ad Axum. La città era situata a oltre 2500 metri sul livello del mare, su un altopiano ai margin della Rift Valley etiopica. 

Quarta ed ultima tappa di Senafe. La strada verso Senafe ha una densa concentrazione archeologica d’Eritrea: l’Asse vario tra il porto di Adulis e il centro di Axum, attraverso  Cohaito, Keskese,Metara. Un chiometro dopo Senafe si trova Metera, una piccola città preaxumita i cui resti si estendono per circa 20 ettari, un importante sito archeologico situato nella regione di Debub dove si potrà ammirare l’obelisco Hawulti, un obelsico axumita che contiene quella che è stata definita il più antico esempio di antica scrittura Ge’ez (noto anche come “antico etiope”). 

Dopo queste quattro tappe ci sarà il rientro a Asmara, rientro in Hotel, cena e pernottamento

Prima  colazione in hotel.  Partenza verso Nord, attraverso l’altopiano, lungo una bella strada panoramica di montagna. Si discende un dislivello di circa 1.000 metri per giungere nella valle di Keren a circa 1.400 metri di altitudine. Keren “la più ridente e graziosa cittadina della Colonia” dove ci sono tante belle ville e casette una dietro l’altra, del più puro e piuttosto ben conservato, liberty italiano. Lungo il percorso s’ incontrano alcuni semplici villaggi, abitati dalla popolazione Bilen, in stile tipicamente africano con tucul in pietra e tetti di paglia. Keren è il luogo di incontro e di incroci di molte lingue, gruppi etnici e religioni che sono amalgamati come un mosaico che danno la bellezza naturale e sociale della città. 

Pranzo libero. Sebbene oggi sia la terza città dell’Eritrea per importanza, dopo Asmara e Massawa, a Keren si respira ancora un’aria raccolta, forse per questo viene considerata una delle città più affascinanti della nazione. Si assisterà al mercato dei Cammelli, animale simbolo del paese. Importanti luoghi storici, la fortezza di Keren, cimitero italiano (cimitero degli eroi) e quello britannico degli anni ’40, le magnifiche ville, la stazione ferroviaria. Visita dei siti principali incluso “la Madonna del Baobab“, un secolare baobab che al suo interno ospita una piccola cappella costruita dai soldati italiani per ringraziamento, in quanto utilizzata come rifugio durante i bombardamenti inglesi. 

Nel pomeriggio rientro ad Asmara. Cena e pernottamento in Hotel.

Prima colazione in hotel. Partenza per Massawa sul Mar Rosso. Si percorre una strada ricca di suggestioni e di ricordi, con meravigliosi panorami mentre dai 2400 m di altezza della capitale si scende verso il mare. Bello il belvedere che si apre a 16 km da Asmara, dove un tempo si trovava una delle stazioni di controllo dell’esercito italiano. Passando da Ghinda si può notare, su di un picco che domina il paese, l’ antico monastero di Bizen

Pranzo libero.  Si passa dalla collina di Dogali dove si trova il piccolo cimitero dove sono seppelliti oltre 500 soldati italiani uccisi del colonnello De Cristofori durante la battaglia di Dogali nel 1887, poi si passa davanti ai resti di uno stabilimento italiano di acqua minerale. Appaiono gli antichi terrazzamenti e i resti delle antiche piantagioni di mango e guava distrutte durante la guerra. 

Arrivo a Massawa, affascinante città dal sapore arabo-africano una volta chiamata “La Perla del Mar Rosso” e importante porto. Visita della città. Sistemazione in hotel, cena e  pernottamento

Prima colazione in hotel. Partenza a bordo dell’imbarcazione che ci porterà tra le più belle isole delle Dahlak con le sue meravigliose barriere coralline. Possibilità di stupendi bagni e di snorkeling su barriere coralline fra le più belle e vergini del mondo. Le isole Dahlak rappresentano uno degli ultimi paradisi sommersi.

Pranzo al sacco incluso. La fauna marina è quanto di meglio si possa pensare in questi mari tropicali: sono presenti e facilmente osservabili infinite specie di pesci di barriera (farfalla, angelo, scorpione, pipistrello, di vetro, pappagalli, donzelle eccetera), varie specie di razze, molti tipi di pesce commestibile (lasciate però che sia lo staff della barca a procurarveli). Frequenti anche per gli amanti dello snorkeling gli incontri con delfini e barracuda, non rari, soprattutto se ci si spinge alquanto al di fuori dei bassi fondali attorno ai coralli. 

Pinne e maschere per lo snorkeling sono noleggiabili al Diving Center di Massawa. Rientro a Massawa. Cena e pernottamento in Hotel

Prima colazione in Hotel. Partenza alla volta di Asmara dove si arriverà nel pomeriggio durante il percorso si faranno varie tappe intermedie per amirare le bellezze dei luoghi storici. Dopo il viaggio sulla piana di ritorno c’è Gahtelay, un incrocio con le strade che portano verso Filfil, Afabet e Nakfa luoghi storici durante la lunga resistenza. Nel percorso in salita ci sono Dongollo con le vecchie sorgenti di acqua minerale Sabarguma e si arriva a metà percorso nella città di Ghinda

Lungo il tragitto oltre al paesaggio con strade piene di curve si vede la vecchia ferrovia italiana, varie stazioni ed anche ciò che resta della vecchia teleferica. Pranzo libero. 

Risalendo si ammirano le montagne e vallate piene di fichi d’india, pianta invasiva e rigogliosa portato da un siciliano alla fine dell’800. Ognuno dei piccoli villaggi, lungo il percorso di ritorno per Asmara, ha una storia correlata con la storia italiana, con insegne di pubblicità scritte nel periodo della Colonia. Infine si sale ai 2350 m.s.l.m con arrivo nel pomeriggio dopo aver visto la bellezza e varietà di tre stagioni in un arco di due ore e mezzo. 

Arrivo ad Asmara, sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

Prima colazione in Hotel. Giornata dedicata alle infinite meraviglie della capitale eritrea e agli acquisti prima del rientro. Il cinema Odeon, il Teatro dell’Opera, l’Ufficio postale, l’Albergo Italia, Il Cinema Impero, il Bar Zilli, la Fiat Tagliero, il cinema Roma, il cimitero italiano, il cimitero dei carri armati, la via degi argentieri, la vecchia ferrovia di Asmara, Villa Roma (residenza dell’ambasciatore italiano). 

Pranzo libero. Cena in hotel. Trasferimento in tempo utile in aeroporto e partenza con volo Turkish Airlines per l’Italia.

Rientro a casa in mattinata

Tutto quello che devi sapere su questo viaggio

  • Volo di linea in classe economica con Turkish Airlines
  • Accompagnatore/guida parlante italiano per tutto il tour (Asmara/Asmara)
  • Auto/minivan private come da itinerario
  • Pernottamento in hotel Asmana 3* ( crystal hotel) /Massawa 4* hotel Dahlak
  • Trattamento di mezza pensione con acqua o bibita analcolica inclusa (sette cene in ristorante oppure hotel + un pranzo al sacco per escursione isole Dahlak)
  • Escursioni per le isole Dahlak con barche veloci
  • Permessi di viaggio per le isole Dahlak, Keren, Massawa
  • Assicurazione medico-bagaglio massimale mondo €30.000
  • Visto di ingresso
  • Tasse aeroportuali
  • Sette pranzi
  • Mance, eventuali ingressi, extra personali, tutto quanto non epressamente specificato nel programma

DOCUMENTI

Passaporto con validità residua di almeno sei mesi e visto da richiedere con almeno due mesi di anticipo (è richiesta una fototessera ed un modulo da compilare che verrà inviato dall’agenzia)

  • Asmara Crystal hotel 3* / Asmara palace 4* su richiesta supplemento da  250€ per persona 
  • Massawa Dahlak hotel 4 stelle

"Un viaggio in Eritrea è un'immersione nell'anima autentica dell'Africa, dove ogni passo racconta una storia antica e ogni paesaggio svela meraviglie senza tempo."

Date e quote

Partenze

  • 13 Settembre
  • 11 Ottobre
  • 15 Novembre
  • 13 e 27 Dicembre
  • 17 Gennaio
  • 15 Febbraio
  • 07 Marzo
  • 18 Aprile
  • 16 Maggio
 

Quota: 2890€ 

Supplemento partenza 27 dicembre 2024 €150

Supplemento singola €390

Tasse aeroportuali €350 (da riconfermasi all’emissione dei biglietti)

Visto di ingresso €90

Assicurazione annullamento 5 % del capitale assicurato

VOLO NON INCLUSO

Preferisci un viaggio di gruppo con accompagnatore dall'Italia?

Scopri i Viaggi d’Autore, itinerari pensati da Laura e Silvia.

Non perderti neanche un’occasione per partire

Se hai bisogno di un preventivo per le date che hai disponibili o semplicemente vuoi avere più informazioni, contattaci.

Location

Via Ricasoli, 9 50122 Firenze

Telefono

055 282042

Email

info@primaveraviaggi.it