Tour Ercolano Pompei e Campi Flegrei

Italia

Tour di gruppo con accompagnatore. Gli scavi di Pompei costituiscono una straordinaria testimonianza del mondo antico grazie allo stato di conservazione della città, rimasta praticamente intatta dopo l'eruzione che la colpì nel 79 d. C. cancellandola dal paesaggio vesuviano. Scopri la sua storia prendendo parte a questo bellissimo viaggio !

Programma di viaggio

15 MARZO: FIRENZE - ERCOLANO - CASTELLAMMARE DI STABBIA
Partenza da Firenze ore 6.00. Sistemazione in pullman. Soste di ristoro facoltativo lungo il percorso. Pranzo libero lungo la strada. Arrivo a Ercolano e visita . Pur essendo meno famosi degli scavi di Pompei gli scavi di Ercolano ne rappresentano il naturale completamento. Gli scavi dei due antichi insediamenti, pur mostrando città romane dello stesso periodo, presentano delle differenze sostanziali che impongono al turista attento una visita ad entrambe. Pompei è stata dissepolta quasi completamente e per questo offre una visione di insieme su come poteva essere una antica città romana thermopolium sotto il regno di Tiberio. L’antica Ercolano invece non è stata completamente dissepolta perché sullo stesso territorio sorge la città nuova, mancano infatti all’appello molti edifici pubblici, ma i dettagli sono molto meglio conservati. Infatti la cittadina di Ercolano fu sepolta da una nube ardente, che i geologi chiamano nube piroclastica, la cui temperatura superava di molto i 100° e che trascinava anche frammenti di rocce vulcaniche e pomice ridotti a forma liquida. Raffreddandosi, queste polveri assunsero l’aspetto di una fanghiglia capace di insinuarsi e penetrare in ogni interstizio, impedendo la decomposizione di materiali come legno e stoffa che erano stati carbonizzati ma non distrutti dall’improvviso enorme calore. Gli oggetti di uso comune si sono così ottimamente conservati al punto di poter vedere una classica bottega di generi vista scavi di ercolano alimentari ancora corredata dei supporti in legno dove venivano allocate le anfore. Non visitare anche questi scavi significa perdere una grande opportunità di conoscenza, una necessaria integrazione a quanto già visto a Pompei, ma significa anche perdere le sensazioni uniche che ambienti ottimamente conservati possono offrire. Proseguimento  a Castellamare di  trasferimento in hotel 4 stelle a    e sistemazione nelle camere assegnate. Cena e pernottamento in hotel.

16 MARZO: CASTELLAMMARE DI STABBIA - POMPEI E VILLA OPLONTIS
Prima Colazione in Hotel. Alle ore 0900 Incontro con la guida e visita agli scavi archeologici di Pompei per ammirare la città romana completamente ricoperta da lapilli e cenere a seguito della violenta eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. . Oggi, gli Scavi di Pompei sono di gran lunga una delle maggiori attrazioni turistiche d’Italia. Visitare questo sito archeologico va ben oltre la passione verso l’arte e la storia, ma è un qualcosa che va a toccare corde particolari, in grado di attirare gli amanti del mistero, dei riti e dei culti di popolazioni così lontane da noi nel tempo, ma così vicine “fisicamente”. Pranzo in ristorante. Proseguimento per la visita della Villa Oplonti,  . Gli scavi di Oplontis si trovano al centro della moderna città di Torre Annunziata. Il monumento principale, unico visitabile, è la villa di Poppea inserita tra i beni che l'UNESCO ha definito "Patrimonio dell'Umanità": grandiosa costruzione residenziale della metà del I secolo a.C., ampliata in età imperiale, era in corso di restauro al momento dell'eruzione. È attribuita a Poppaea Sabina, seconda moglie dell'imperatore Nerone, ma in ogni caso rientrante nel patrimonio della famiglia imperiale.  Rientro a Castellamare di Stabbia. Cena e pernottamento.

17 MARZO: CASTELLAMMARE DI STABBIA - CAMPI FLEGREI - FIRENZE

Prima colazione in albergo. Partenza per Area Archeologia dei Campi Flegrei, attualmente situati a nord di Napoli, i cui confini naturali sono costituiti dalla collina di Posillipo a sud e dal lago Patria a nord, isole comprese, sono noti sin dall’antichità per la fertilità del suolo, la favorevole posizione lungo le rotte commerciali, ma soprattutto per la loro intensa attività vulcanica, da cui il nome di “campi ardenti” dal greco flègo, “brucio”, “ardo”.Al suo interno numerosi crateri, piccoli edifici vulcanici, manifestazioni gassose effusive (come quelle della Solfatara) o idrotermali (ad Agnano, Pozzuoli, Lucrino) testimoniano l’intensa attività vulcanica che ne ha delineato l’aspetto attuale ed influenzato le modalità insediative sin dall’antichità.   Alle ore 0900 incontro con la guida e visita del Parco Archeologico Terme di Baia e del Museo Archeologico nel Castello di Bahia. Pranzo in ristorante  . Partenza per il rientro.   Firenze, soste di ristoro facoltativo lungo il percorso. Arrivo in serata a Firenze.

Date e quote

CALENDARIO PARTENZA:
15 - 17 MARZO 2019

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (Minimo 25 partecipanti):
In camera doppia: 360 €
Supplemento singola: 60 €

La quota comprende:

  • Trasferimenti in pullman privato GT35 posti a/r da Firenze
  • Pullman e autista a disposizione per la durata del viaggio secondo il programma
  • Visite come da programma
  • Assicurazione medico bagaglio per l'italia
  • 2 notti in hotel 3/4* a Castellammare di Stabbia in camera doppia
  • 2 cene in hotel
  • 2 pranzi in ristorante (Pompei e Campi Flegrei)
  • Accompagnatore Cral

Pacchetti Ingressi ( da pagare in loco):

  • Ingresso Pompei e Villa Oplontis: 19 €
  • Ingresso Ercolano: 11 €
  • Campi Flegrei: 4 € (Castello Baia e Terme Baia)

La quota non comprende:

  • Assicurazione annullamento facoltativa 14 €
  • Pranzo del primo giorno
  • Bevande ai pasti
  • Ingressi ai siti e musei (Pompei e Villa Oplontis 19 € - Ercolano 11 € - Campi Flegrei 4 €)
  • Mance
  • Tasse di soggiorno in hotel
  • Eventuali extra personali e quanto non espressamente indicato nella voce " la quota comprende"

PRENOTAZIONI E ACCONTO (160 €) ENTRO IL 31 GENNAIO 2019. 
SALDO ENTRO IL 19 FEBBRAIO 2019

Richiedi un preventivo

Contatti

Via Ricasoli, 9 50122 Firenze

Tel. 055 282042 Fax 055 217643

info@primaveraviaggi.it

Periodo

15 - 17 Marzo 2019

 

TOP