Gran Tour della Birmania con accompagnatore

Estremo oriente

Apertasi recentemente al turismo, la Birmania (oggi chiamato Myanmar) è un paese ancora sconosciuto agli occidentali. Questa nuova destinazione attira sempre più viaggiatori ogni anno. Paese insolito, con tesori disseminati ai quattro angoli del suo territorio e ospitalità non comune,

Programma di viaggio

1° GIORNO: ROMA - SINGAPORE - YANGON
Partenza in Pullman gran turismo alle ore 03:30 circa per aeroporto di Roma Fiumicino. Arrivo e disbrigo delle formalità aeroportuali presso i banchi accettazione Singapore Airlines.  Imbarco sul volo SQ 365 delle ore 10:50 per Singapore. Pasti e pernottamento a Bordo

2° GIORNO: YANGON LA CAPITALE COLONIALE
Arrivo all'aeroporto internazionale di Singapore alle ore 05:40. Cambio aeromobile e proseguimento sul volo SQ998 per Yangon. Arrivo alle ore 09:20  incontro con la guida parlante italiano. Breve tour panoramico. Arrivo in hotel. Pranzo. Riposo. Ore 16:00 partenza per visita città. (check in è previsto alle ore 1400, qualora le camere fossero disponibili saranno assegnate prima. Nel pomeriggio, inizia la visita della ex-capitale della Birmania. Le visite cominciano con il grande Buddha reclinato (Chaukhtatgy), lungo 70 metri, custodito in un grande capannone a forma di pagoda, e poco distante dall'imponente pagoda Shwedagon, il simbolo del paese, interamente ricoperta d’oro, che si visiterà al momento più bello, durante il tramonto. Buona parte della sua importanza è dovuta anche all'enorme cono dorato di quasi 100 m. d'altezza, coperto da 2 tonnellate d’oro,  che si erge su un colle di 60 m. visibile da tutta la città, e dall'ombrello alla sommità ricoperto da migliaia di pietre preziose. Nel 1920 Somerset Maugham la descriveva così: "La Shwedagon si erge superba, luccicante nel suo oro, come una improvvisa speranza nella notte scura dell'anima". Cena in ristorante  e pernottamento.

3° GIORNO: YANGON HEHO INLE LAKE
All’alba trasferimento  in aeroporto in tempo utile per imbarco sul volo 7y161 delle ore 07:30.  Arrivo ad Heho, nello stato Shan alle ore 08:45 eproseguimento per  il Lago Inle. Pranzo. Imbarco su motolance e inizio del Tour del lago Inle, il lago e’ molto bello e pittoresco. Si incontrano i pescatori che remano con la gamba secondo il sistema locale, i famosi orti e giardini galleggianti, si visita il monastero Nga Pha Kyanung famoso un tempo per i gatti addestrati dai monaci, i villaggi degli Intha, costruiti sull'acqua , e la grande pagoda Phaung Daw U Kyaung, la più importante dello Stato degli Shan. Cena e pernottamento in hotel.

4° GIORNO:  LAGO INLE ESCURSIONE A INN THEIN
Prima colazione. Intera giornata alla scoperta del lago Inle. Partenza in motolance per la visita delle splendide colline di Inthein. Qui si trovano più di mille pagode risalenti al XIII secolo che circondano un’antico monastero. Si raggiunge in barca, e dopo una breve camminata di circa 15 minuti si arriva nella zona archeologica. Al rientro si ritorna al pontile attraversando una foresta di alti bambù.  Pranzo in ristorante locale. Pomeriggio visita di altri villaggi sull'acqua. Cena e pernottamento  in hotel.

5° GIORNO: LAGO INLE - PINDAYA - KALAW
Prima colazione.  Partenza per Pindaya, attraverso vari villaggi dove si vedono contadini delle tribù Pao dai costumi neri. Pranzo in ristorante locale. Visita di Pindaya, le famose grotte con più di 9000 statue di Buddha. E’ davvero impressionante camminare tra le stalattiti e stalagmiti osservati dai grandi occhi sereni di migliaia di statue di Buddha, sedute o in piedi.  Visita alle fabbriche di ombrelli e carta- in particolare l’arte di fare gli ombrelli per i monaci è unica. Proseguimento per Kalaw. Il luogo ideale per una villeggiatura lontano dall'afa insostenibile della stagione calda ed è ancora visibile la presenza dei numerosi edifici risalenti al periodo della dominazione inglese. Arrivo sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

6° GIORNO: KALAW - MANDALAY
Prima colazione.  Partenza in bus  per Mandalay scendendo dalle verdeggianti colline Shan ai piani aridi del Centro Birmania. Si passa per località’ con splendidi paesaggi di montagna fino a raggiungere campi coltivati e villaggi con le caratteristiche casette di legno su palafitte, ed i cortili popolati da galline, anatre e bufali.  Pranzo in ristorante lungo la strada. Arrivo a Mandalay nel pomeriggio.  Trasferimento all'hotel.  Resto della giornata libero per passeggiate individuali e relax. Cena in ristorante locale e pernottamento in hotel.

7° GIORNO: MANDALAY - AMARAPURA, IL PONTE DI TEK E LE COLLINE DI SAGAN -MANDALAY
Prima colazione in hotel. Partenza per la visita di Amarapura, antica capitale sulla costa orientale del fiume Irrawaddy a pochi Km da Mandalay. Vi si visita il più grande monastero del Paese, il Mahagandhayon che ospita 1000 monaci. Lì accanto, le acque poco profonde di un lago che durante la stagione secca si prosciuga, sono attraversate da un vecchio ponte pedonale tutto in legno di tek chiamato U Bein, lungo 2 km. Ancora oggi è il ponte in teak più lungo del mondo: per la sua costruzione, che richiese due anni, fu usato il legno proveniente da residenze in disuso di Sagaing e Ava. Resiste sulle sue 1086 colonne nonostante i danni derivati da due gravi inondazioni avvenute nel 1946 e nel 1973.  Qui passeggiano monaci, anziani, e giovani coppie, in un'atmosfera di grande serenità. Visita della pagoda Mahamuni col grande Buddha seduto proveniente dall'Arakhan ricoperto da sfoglie d’oro,  e del quartiere dove lavorano il marmo per usi religiosi. Proseguimento per seconda colazione in ristorante locale. Si prosegue per Ava, la piccola capitale sull'isola in mezzo al fiume, che si visiterà a bordo di calessi trainati da un forte cavallino asiatico e infine le colline di Sagaing, costellate di templi e pagode dove si possono  vedere le monache col capo rasato e dall'abito monastico di un delicato rosa sembrano tante fate di un mondo dimenticato. Cena in ristorante e pernottamento a Mandalay.

8° GIORNO :MANDALAY - MINGUN (escursione in barca) - MANDALAY
Prima colazione e visita in battello locale di Mingun, antica città a soli 11 km da Mandalay, sulla sponda opposta del fiume. Si osservano bei panorami e scorci sulla vita lungo il fiume. Visita alla zona archeologica di Mingun che include l’immensa pagoda incompiuta, ormai un’ammasso di mattoni simile ad una montagna. Quindi visita alla campana più grande del mondo, dal peso di 90 tonnellate, e alla bianca pagoda Myatheindan con 8 terrazze concentriche , fatta costruire nel 1816 dal Re Bagyidaw in memoria di una delle sue mogli più amate. Rientro a Mandalay e pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio si prosegue con la visita di Mandalay. Sosta ai laboratori artigianali delle marionette e degli arazzi , della lavorazione del marmo. Visita  all'ultima testimonianza degli splendori del regno, il Monastero Shwenandaw, dai bellissimi intarsi di legno. Si conclude con uno splendido panorama su tutta la città dalla collina di Mandalay. Cena in hotel e pernottamento

9° GIORNO: MANDALAY - MONYWAR
Prima colazione in hotel. Partenza attraverso una strada costeggiata da paesaggi rurali ed aride piane, sostando per godere della bella vista delle pagode di Sagaing. Si arriva a Monywar  in circa 3 ore . Poco frequentata dal turismo di massa mantiene il fascino del luogo. Visita dello splendido santuario rupestre Powing Taung: mille grotte scavate in colline di arenaria, quattromila Buddha, un vero mistero! E’ un sito immenso (oltre 50 ettari) luogo di culto della fede buddhista. Pranzo in ristorante locale. Cena e  pernottamento in hotel.

10° GIORNO:MONYWAR -PAKOKKU - BAGAN
Prima colazione. Visita di Tanbodday, la pagoda che ospita nelle sue nicchie più di 500 statue di Buddha, disposte in file orizzontali e verticali. Questa pagoda non ha uguali in tutto il paese. Trasferimento a Pakokku, in circa 4 ore. Si attraversano il fiume Chidwin e interessanti panorami passando per i villaggi locali. Arrivo. La città è famosa per le piantagioni di tabacco e per la sua lavorazione; di proprietà dello stato sono le fabbriche di sigarette, mentre i sigari sono prodotti da artigiani locali. Anche le tessiture di cotone sono note e diffuse in città, qui sono presenti le fabbriche di abiti per tutti i vari ministeri della Birmania, ognuno con un proprio stile. Pranzo in ristorante locale. Trasferimento al molo. Trasferimento in barca locale a Bagan. Arrivo in circa 2 ore di navigazione dove si ammira il maestoso fiume Irawaddy. Trasferimento e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento in hotel a Bagan.

11° GIORNO: LA MISTICA BAGAN
Prima colazione. Intera giornata dedicata alla visita di Bagan la località più affascinante della Birmania, una delle meraviglie del mondo,  definita patrimonio culturale mondiale dall'Unesco. Sosta presso il colorato mercato tipico Nyaung-oo, visita della zona archeologica e alle pagode più importanti e scenografiche, come la splendida Shwezigon pagoda, il cui stupa è diventato il prototipo per tutte le altre pagode in Birmania, il tempio in stile indiano Gubyaukgyi, costruito nel 1113, adorno internamente di affreschi raffiguranti la storia di Buddha. Un’altro dei templi più suggestivi che si visiterà è Ananda risalente al 1100, voluto dal re Kyanzittha, figlio di Anwaratha. Costruito con bianche guglie a voler simboleggiare le cime innevate delle montagne Himalayane, ospita all'interno 4 statue di Buddha in piedi, alte 9 metri. E’ un magnifico esempio dell’arte Mon, e presenta la struttura a croce greca. Si visiterà anche il particolare tempio Manuha. Secondo la leggenda questa pagoda venne costruita nel 1059 da Manuha, il re Mon fatto prigioniero da Anawratha dopo la conquista di Thaton, per rappresentare la sua insofferenza alla reclusione. All'interno, le tre statue del Buddha seduto che guardano l'ingresso dell'edificio e quella reclinata in nirvana nel retro, schiacciate dai muri che le circondano, simboleggiano la tensione e la sofferenza sopportate da Manuha. Seconda colazione in ristorante locale sul fiume. Rientro in hotel per riposo. Pomeriggio proseguimento della visita di Bagan che includerà anche un laboratorio della lacca, prodotto artigianale magnifico tipico di Bagan, e altri templi importanti e scenografici. Indimenticabile il tramonto che si potrà ammirare dall'alto di una pagoda. Si vedranno i templi tingersi delle varie sfumature del sole calante. Cena in ristorante con spettacolo e pernottamento in hotel a Bagan.

12° GIORNO: BAGAN - SALAY - BAGAN
Prima colazione. Partenza per Salay considerata la città gemella di Bagan. Il percorso in auto, circa 50 km dura 1 ora e 15 min, attraversa piccoli villaggi dediti ad attività tradizionali e non ancora abituati al turismo. Salay ospita centinaia di templi, pagode e monasteri; alcuni edifici coloniali testimoniano il grande passato di questa cittadina.  Si visiterà un antico monastero, interamente in legno di teak, decorato da meravigliosi intagli raffiguranti scene di corte. Si potranno scoprire antiche statue di Budda, tra cui una gigantesca interamente realizzata in lacca e legata ad una curiosa leggenda. L'intera zona non è ancora avviata ai restauri, e gran parte del fascino deriva proprio da questa pace e sensazione di antico che si respira passeggiando lungo le piccole strade non asfaltate e non percorse dalle auto, in compagnia dei piccoli monaci bambini che studiano presso i locali monasteri. Questa località è oggi un centro religioso più importante di Bagan e ha il maggior numero di monasteri attivi. I numerosi edifici coloniali testimoniano che vi è stata presenza degli inglesi. Pranzo in ristorante tipico. Cena in  ristorante, e pernottamento in hotel a Bagan.

13° GIORNO: BAGAN - YANGON
Prima colazione e     Continua la visita di Bagan con altre spettacolari templi e pagode, come il tempio di Thatbyinnyu. Il suo nome significa onnisciente, uno degli attributi del Buddha. Innalzato a metà del XII sec. da Alaungsithu raggiunge i 60 m. d’altezza ed è uno degli edifici più alti della piana da dove, prima del 1994, si poteva godere di uno dei panorami più belli. Si dice che la piccola pagoda adiacente, la Tally, sia stata costruita mettendo da parte un mattone per ogni diecimila usati nella costruzione di Thatbyinnyu. Seconda colazione in ristorante tipico.   Visita di altri templi e pagode scenografiche. In tempo utile traserimento in aeroporto per imbraco sil volo 7y241 delle 18:45. Arrivo a Yangoon alle 20:05. Cena in hotel e pernottamento

14° GIORNO: YANGON - SINGAPORE
Prima colazione. Visita della cittàà con sosta al Bogyoke Aung San Market. Inaugurato nel 1926 contiene quasi duemila negozietti che vendono oggetti di lusso e di uso quotidiano. Pranzo in ristorante. Trasferimento in aeroporto per imbarco sul volo MI519 in  partenza alle 1735. Arrivo a Singapore alle 22:10.

15° GIORNO: SINGAPORE - ROMA
Proseguimento con volo SQ 366 in partenza alle 01:55. Arrivo a Roma alle 08:10. Proseguimento in pullman granturismo per Firenze. Arrivo e fine dei servizi.

 

Date e quote

CALENDARIO PARTENZA:
dal 2 al 16 Marzo 2020
Min 15 Pax

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:
Prezzo a persona in camera doppia: 2600 €
Supplemento singola 460 €

POLIZZA FACOLTATIVA DI ANNULLAMENTO
Escluse patologie preesistenti:

- Supplemento assicurazione annullamento base doppia: 72 €
- Supplemento assicurazione annullamento base singola: 97 €
- Supplemento assicurazione annullamento All-Risk: 160 €

POLIZZA INTEGRATIVA RIMBORSO SPESE MEDICHE OSPEDALIERE SOSTENUTE SUL POSTO:
- Massimale rimborso 100.00 €: 40 €

LA QUOTA COMPRENDE:

  • Voli di linea Singapore Airlines in classe economica Roma/Singapore/Yangon/Singapore/Roma
  • Tasse aeroportuali
  • Trasferimenti privati da e per l’aeroporto
  • Voli interni Yanhon-Heho e Bagan –Yangon
  • 12 pernottamenti in hotel  3/4/5 stelle   in camera doppia con servizi .
  •  Pensione completa durante tutto l’itinerario a partire dal pranzo del  03 Marzo al pranzo del 15 marzo
  • Tutto l’itinerario in pullman privato per il gruppo
  • Servizio di guida locale parlante italiano per tutto l’itinerario
  • Ingressi ai luoghi visitati come da programma (eccetto Thiri Zeya, Bumi Bagan e Golden Palace in Bagan)
  • Le escursioni in barca
  • Visto di ingresso elettronico
  • Assicurazione medico-bagaglio base ( 500 per bagaglio; 5000 per assistenza alla persona)
  • Pullman Firenze /Roma /Firenze
  • Accompagnatore dall'Italia minimo 15 partecipanti

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Mance
  • Tassa di uscita Usd 10.00 da pagare direttamente in aeroporto
  • Bevande, spese per video e macchina fotografica nei luoghi visitati
  • Extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”

Informazioni di viaggio

DOCUMENTI
E' necessario il passaporto con validità residua non inferiore a 6 mesi dalla scadenza dal momento dell'entrata in Myanmar e almeno due pagine bianche libere.
Per il Visto d'ingresso il Myanmar si avvale anche di una  procedura online di richiesta di visto per turismo e per affari che consente l’ottenimento del medesimo presso gli aeroporti internazionali del Paese (Yangon, Mandalay, Nay Pyi Taw).
La procedura  consente di presentare domanda on line per il visto, previo pagamento con carta di credito. Successivamente al pagamento viene trasmessa via email la relativa ricevuta, indispensabile per l’ottenimento del visto.
Il visto per affari “on arrival” va processato invece dalla società birmana invitante presso  le autorità competenti, almeno 15 giorni prima del previsto arrivo, presentando la documentazione  relativa alla società straniera invitata.  Per quanto attiene infine alle restanti tipologie di visto (studio, seminari, conferenze), esse continuano a dover essere richieste presso le Ambasciate del Myanmar del paese di residenza.

RELIGIONE
La maggioranza delle popolazione è buddista, altre minoranze musulmane e cristiane.

VALUTA
La valuta ufficiale è il Kyat. Il cambio valuta può essere effettuato presso gli ormai numerosi sportelli di cambio, presenti anche all’aeroporto o nelle banche operanti nel Paese. La valuta locale ha corso legale esclusivamente in Myanmar ed è utilizzata per le spese in loco  mentre generalmente l’acquisto dei biglietti aerei, sia interni che internazionali, viene effettuato in dollari.

LINGUA
La lingua ufficiale è il birmano. L’inglese è abbastanza diffuso nella classe medio-alta della popolazione.

FUSO ORARIO
+ 5,30h rispetto all’Italia; + 4,30h quando in Italia vige l’ora legale.

CORRENTE ELETTRICA
La corrente elettrica: Tensione: 230 V  - Frequenza: 50 Hz
Note: Il tipo G e presente principalmente nei migliori hotel.

TELEFONO
La rete telefonica locale  all’interno del Paese e’ obsoleta e spesso i collegamenti sono difficoltosi.  Dalla fine del 2014 e’ stato attivato il GSM International Roaming.  Tuttavia l’utilizzo di sim card provenienti dall’estero resta difficoltoso a causa del malfunzionamento del sistema di roaming internazionale. I telefoni italiano sono comunque utilizzabili con sim card acquistate in Myanmar. E’ proibita l’importazione e l’utilizzo di telefoni satellitari.
I costi di una telefonata internazionale sono molto elevati. E’ bene informarsi sulle tariffe prima di effettuare una chiamata internazionale o di inviare messaggi. Le connessioni Internet, benché alquanto lente e spesso inaffidabili,  sono ora disponibili. E’ possibile prendere in affitto, previo deposito a garanzia, carte telefoniche con o senza i telefoni cellulari presso gli sportelli presenti in aeroporto.

CLIMA
Il clima è tropicale umido con alternanza di stagioni:
•    temperato (da novembre a febbraio)
•    caldo (da marzo a maggio)
•    piovoso (da maggio/giugno ad ottobre)

Richiedi un preventivo

Contatti

Via Ricasoli, 9 50122 Firenze

Tel. 055 282042 Fax 055 217643

primaveraviaggi.com

Tour di gruppo con Accompagnatore Primavera Viaggi

dal 2 al 16 Marzo 2020

 

TOP