Da Marrakech a Marrakech attraverso il Deserto e le antiche Vie Carovaniere

Africa

Henri Hugot scrive in Marocco Millenario : "per me è un Paese fra i più belli al mondo, dove la luce è così ricca, le ombre così fresche o così calde, i profumi così violenti e sensuali, che chi prova quella smania di vivere che scuote gli spiriti forti deve andarci al più presto, prima che la stretta mortale del progresso ne sfiguri per sempre la preziosa bellezza, i ricchi  paesaggi e la serena dignità."

Programma di viaggio

04 Maggio: Italia - Marrakech
Ritrovo dei partecipanti presso aeroporto di Bologna in tempo utile per imbarcarsi per il volo per il Marrakech via Casablanca.  Partenza ore 17:40. Arrivo del gruppo all’aeroporto di Marrakech alle 22:25 e trasferimento in hotel. Cena fredda in camera e pernottamento.

05 Maggio: Marrakech – Alto Atlante – Tichka – Telouet – Ait Ben Haddou – Valle del Draa –Agdz – Tamnougalt – Zagora
Prima colazione in hotel. Lasciata Marrakech ci si dirige a sud per attraversare l'Alto Atlante al colle del Tichka m. 2260, poco dopo si imboccherà l'antica via carovaniera che collegava Tombouctou a Marrakech. Inizia la discesa che conduce a un'antica miniera di sale ove il guardiano sarà lieto di accogliervi. Poco dopo si trova l'abitato di Telouet e potrete visitare l'omonima Kasbah: residenza di El Aglaoui "Signore dell'Atlante" fino al termine del protettorato. Si prosegue attraverso una serie di tipici villaggi berberi abbarbicati alla montagna e tra un susseguirsi di paesaggi mozzafiato si raggiunge Ait ben Addou. Di là dal fiume sorge l’omonima KSAR: con tale nome si indica un villaggio fortificato che racchiude una Kasbah e numerose abitazioni. I colori, i giochi di luce, l’atmosfera, l’architettura, il fascino antico del luogo hanno incantato numerosi registi: qui sono stati girati diversi film come: Lawrence d’Arabia, Il The nel deserto, Il Vangelo secondo Matteo, Il Gladiatore: solo per citarne alcuni.   Andiamo sempre più sud e attraversando la lunga valle del Draa si resta colpiti dall’immensità del palmeto e dalla bellezza delle sue costruzioni in pisé terra pressata). Una breve sosta a Tamnougalt. La valle è formata dal fiume omonimo e l’asfalto la costeggia da Agdz a M’hamid, cioé per circa 200 km, con punti panoramici dai quali si abbraccia con lo sguardo tutta la densità di questo incredibile nastro verde. Le palme sono circa due milioni distribuite in sei palmeti.  Arrivo previsto a Zagora nel pomeriggio. Cena e pernottamento in Riad.

06 Maggio: Zagora – Tamegroute – M’hamid – Chegaga
Prima colazione in riad e partenza. Solo 100 km ci separano dal villaggio di M’hamid detto la “porta del deserto”. A questo punto del viaggio tutti sono ansiosi di raggiungere il deserto. S’impone comunque una sosta al villaggio di Tamegroute per visitare la Ksar ove ha sede un grande centro di studi islamici che risale al XVII secolo e famoso per la sua biblioteca ricca di manoscritti risalenti all’ XI secolo. Si raggiunge M’hamid l’ultimo centro abitato prima del deserto. Qui scompare anche il fiume Draa che ci aveva a lungo accompagnato e che dopo un percorso sotterraneo di 800 km riapparirà con le sue acque color smeraldo per sfociare nell’Atlantico a CAP DRAA. Verso le 14 saremo al campo tendato di Chegaga per il pranzo. Le emozioni divengono forti quando in lontananza appaiono le prime dune che raggiungono anche 300 m. d’altezza. Cena e pernottamento in campo tendato.

07 Maggio: Chegaga – Foum z’Guid – Tazenakht – Taliouine – Taroudant
Prima colazione in riad. Ci attende una lunga giornata di viaggio. Seguiremo un tratto del percorso dell’indimenticabile Parigi/Dakar, attraversando il grande lago prosciugato d’Iriki e affrontando poi il duro tracciato che conduce a M’hamid.  Si ritorna all’asfalto e costeggiando alcune oasi si arriva a Tazenakht nota per i suoi tappeti. Saremo presto a Taliouline centro della la pregiata produzione dello zafferano. Arrivo in serata a Taroudant. Cena e pernottamento in hotel.

08 Maggio: Taroudant – Tizi n’Test – Tinmel – Ijoukak – Marrakech
Prima colazione in Riad e partenza. Il percorso odierno si snoda lungo il tracciato della via carovaniera che collegava i territori a sud della Mauritania a Marrakech attraverso il passo del Tizi ‘n Test m. 2092. Dopo pochi chilometri ci attende la più antica Moschea del Marocco Tinmel, riconosciuta dall’UNESCO parte integrante del Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Arrivo a Marrakech previsto in serata. Cena e pernottamento in riad.

09 Maggio: Marrakech
Prima colazione in hotel e visita guidata della città mattino e pomeriggio, Marrakech gioiello tra le città Imperiali e crocevia di culture e tradizioni diverse; si visitano le tombe Saadiane, il Palazzo della Bahia, la Medersa Ben Youssef (antica scuola coranica dalla splendida architettura), i giardini della Menara, la famosa piazza Djemaa El Fna, senza dubbio la piazza più conosciuta del Maghreb, e il variopinto souk. Pranzo consigliato Ristorante Ait Bougmez, con stupenda vista sulla Koutoubia. Cena e pernottamento in Riad.

10 Maggio: Marrakech
Prima colazione in hotel. In mattinata proseguimento della visita guidata. Pomeriggio a disposizione per visite individuali. Cena e pernottamento in Riad.

11 Maggio – Marrakech - Italia
Prima colazione in hotel e trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo per Bologna via Casablanca. Partenza del volo ore 09:20, arrivo a Bologna alle ore 12:40. Termine dei nostri servizi.

 

Date e quote

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE
In camera doppia: 1050,00 euro
Supplemento singola: 220,00 euro

LA QUOTA COMPRENDE:

  • Volo Royal Air Maroc, Bologna – Casabalanca – Marrakech e Marrakech – Casablanca – Bologna con bagaglio da stiva da 23kg incluso.
    Partenza Bologna 17:40 – arrivo Marrakech 22:25.
    Partenza Marrakech 09:20 – arrivo Bologna 12:40.
  • Trasporto in minibus 14 posti da Marrakech a M’hamid e da M’hamid a Marrakech
  • Trasporto in vetture 4x4 a 6 posti con 5 pax per vettura nella traversata del Sahara
  • Sistemazione in camere doppie con servizi privati in Hotel, Riad e Campi Tendati come da programma
  • Mezza pensione per tutta la durata del viaggio, pensione completa il 3 giorno
  • Accompagnatore parlante italiano per tutta la durata del viaggio
  • Guida locale a Marrakech
  • Assicurazione medico bagaglio base (5000,00€ spese mediche e 500,00€ bagaglio, malattie preesistenti escluse)

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Le bevande ai pasti
  • I pranzi
  • Ingressi da pagare in loco

  • Assicurazione annullamento facoltativa (35,00€ a persona in doppia, 42,00 in singola)
  • Mance e spese personali
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”

Iscrizioni entro il 14 Febbraio 2018

Informazioni di viaggio

 

I DOCUMENTI E LE FORMALITA' DOGANALI
È richiesto il passaporto con almeno 6 mesi di validità dopo la data di ingresso. I cittadini italiani non necessitano del visto; all'arrivo in Marocco viene apposto sul passaporto un timbro valido 90 giorni. I minori devono essere in possesso di proprio passaporto oppure essere iscritti in quello dei genitori.

FUSO ORARIO
Lancette indietro di un'ora, di due ore quando in Italia è in vigore l'ora legale.

IL CLIMA
In Marocco, 'il più fresco tra i paesi più caldi', i mesi freddi sono assai poco africani; in particolare nelle aree più elevate l'inverno può presentare caratteristiche da clima freddo. In estate in montagna fa caldo di giorno e fresco di notte. Il periodo in cui è concentrata la maggior parte delle precipitazioni è quello compreso tra novembre e aprile. La fascia costiera, sia atlantica che mediterranea, gode di un clima caratterizzato da estati temperate ed inverni miti. Il periodo più indicato è da fine maggio a settembre; tra aprile e settembre sulla costa ci sono alte possibilità di nebbia. All'interno il clima ha carattere continentale, con sensibili escursioni termiche diurne e stagionali. La primavera è il periodo ideale per recarsi in queste zone anche se ci possono essere delle leggere piogge. I mesi preferiti per visitare le pianure sono quelli compresi tra ottobre e aprile, ossia i più freschi; in questo periodo durante il giorno la temperatura è piacevolmente tiepida o calda (intorno ai 30°C) e di notte fresca (intorno ai 15°C).

ABBIGLIAMENTO
Abbigliamento comodo, più formale per il soggiorno negli hotels. Maglia pesante per la sera. Se è previsto un soggiorno in zone di montagna o il pernottamento nel deserto dove fortissima può essere l'escursione termica l'abbigliamento deve essere adeguato. Da non dimenticare: costume da bagno, occhiali da sole, creme solari, farmacia da viaggio. ll Marocco è un paese musulmano e quindi è bene prestare attenzione all'abbigliamento soprattutto nelle zone non altamente turistiche (evitare vestiti succinti e scollati per le donne, per gli uomini pantaloni corti).

LINGUA UFFICIALE
L'arabo è la lingua ufficiale, ma diffusi sono anche i dialetti berberi, soprattutto nelle campagne e nelle zone montuose, il francese, lo spagnolo e l'inglese. L'arabo parlato dai marocchini ('darija') è molto diverso da quello parlato nel Medio Oriente.

MONETA
L'unità monetaria del Marocco è il dirham. 1 Euro = 11 Dirham, 1 USD = 8, 5 Dirham. (cambio a novembre 2008). Per cambiare valuta è necessario rivolgersi alle banche o agli uffici di cambio autorizzati. E' illegale cambiare il denaro per strada. Le carte di credito sono accettate nei grandi alberghi, ristoranti, negozi e spesso persino nei souk. E' vietato uscire dal Marocco con Dirham: alla fine del soggiorno in Marocco si possono convertire in Euro o altra valuta straniera solo i Dirham acquistati in precedenza presentando le relative ricevute.

ELETTRICITA'
Il voltaggio più diffuso è 220 v, anche se in alcune zone c'è ancora la corrente a 110 v. Spesso le prese hanno solo due buchi, mancando quello di messa a terra: prestate quindi attenzione quando usate gli apparecchi elettrici. Non è necessario l'adattatore.

TELEFONO
Per chiamare il Marocco dall'Italia digitare lo 00212, seguito dal prefisso di zona senza lo zero iniziale e dal numero locale. Per telefonare dal Marocco in Italia comporre il prefisso internazionale 0039, seguito dal prefisso della località con lo zero iniziale e dal numero desiderato. I telefoni cellulari GSM funzionano in buona parte del territorio, qualche difficoltà potreste averla solo in alcune zone desertiche del sud.

LE VACCINAZIONI
Per entrare in Marocco non è necessaria alcuna vaccinazione. Il Marocco è uno dei paesi africani che presenta il minor numero di pericoli per la salute. È sempre consigliabile consumare acqua e bibite non ghiacciate e solo da contenitori sigillati, non mangiare verdura cruda, frutta senza buccia. È buona norma partire muniti di disinfettanti intestinali, compresse antinfluenzali ed antibiotici. Nelle principali città si trovano medici di buon livello professionale. Le farmacie sono numerose e generalmente ben fornite.

MANCE
Nei locali più eleganti è prevista la mancia, che di solito ammonta al 10-15% del conto. Nei ristoranti e caffè più semplici è sufficiente lasciare un dirham o due. Sono gradite e consigliate per guide e autisti e per tutti coloro che prestano i loro servizi durante il soggiorno. Nei tour consigliamo vivamente la mancia per guide e autisti.

SHOPPING
L'artigianato è un elemento fondamentale della cultura marocchina. Le maroquinerie (articoli in pelle) erano molto apprezzate dai mercanti già nel XVI secolo. Importanti anche la produzione dei tappeti, delle ceramiche, dei gioielli, degli oggetti in ottone e la lavorazione del legno.

FOTO E I VIDEO
Si consiglia rispetto e sensibilità nel fotografare la popolazione locale ed è consigliabile chiedere il loro permesso per evitare discussioni.

CUCINA
Il piatto nazionale è il 'couscous', semola finemente macinata e cotta solitamente accompagnata da uno stufato di agnello e verdure. Un altro piatto molto diffuso è la 'tajine', ottimo stufato di carne e verdure aromatizzato con erbe e spezie, con innumerevoli varianti, cotto in una padella bassa di terracotta con un pesante coperchio conico. Una specialità berbera è lo 'm'choui', un agnello intero arrostito in grandi forni di terra, costruiti in spazi aperti e condito con zafferano e peperoncino, spesso cucinato in occasione delle feste. Il miglior piatto marocchino è forse la pastilla ('bastaila' in arabo): si tratta di un miscuglio composto da carne di piccione, uova aromatizzate al limone, mandorle, cannella, zafferano e zucchero, il tutto racchiuso in diversi strati di una sfoglia detta ouarka. Lungo la costa si trova buon pesce fresco: sardine, sogliole, spigole, gamberi, calamari, ostriche, cozze e talvolta aragoste. Il pane è alimento base: condito con l'olio di oliva, accompagnata dal tè alla menta dolce e caldo, inzuppato nell'olio di argan o di mandorla, oppure nelle case berbere talvolta servito insieme a una ciotola di olio e miele. Due dolci famosi sono le 'kaab el ghzal' (corna di gazzella), paste a forma di mezzaluna farcite con una delicata pasta di mandorle e coperte di glassa di zucchero, e le m'hancha (spire di serpente), paste piatte e rotonde cotte in forno, farcite con mandorle e coperte di glassa e cannella. La bevanda nazionale del Marocco è il tè alla menta ('atay' in arabo), preparato con tè verde cinese, rametti di menta fresca ('nanaa') e molto zucchero.

LE TASSE DI IMBARCO
Non sono previste tasse di imbarco in uscita dal paese.

IL RAMADAN
E' il nono mese del calendario islamico durante il quale i musulmani digiunano dall'alba al tramonto. I siti archeologici e i ristoranti sono comunque sempre aperti agli stranieri che sono invitati a tenere un comportamento rispettoso e ad avere un po' di pazienza.

Richiedi un preventivo

Contatti

Via Ricasoli, 29R 50122 Firenze

Tel. 055 282042 Fax 055 217643

info@primaveraviaggi.it

Viaggio di gruppo con accompagnatore dall'Italia

Dal 04 al 11 Maggio 2018

 

TOP