Ladakh - Tour dal 25 Agosto al 3 Settembre

India

Ci sono luoghi che è impossibile descrivere, qualsiasi aggettivo si rivela inadeguato. Uno di questi è il Ladakh, terra di valichi, arido altipiano che rappresenta l'estrema punta a nord dell'India al confine con la Cina e il Pakistan. Chiuso a sud dalla catena himalayana, è il proseguimento dell'altipiano tibetano di cui conserva intatti i caratteri geografici e culturali, tanto da meritarsi giustamente l'appellativo di "Piccolo Tibet". Nelle valli esplode il verde degli appezzamenti coltivati ad orzo; lungo i corsi d'acqua prosperano pioppi e betulle; sui pendii le case sono arroccate l'una all'altra; i solenni e severi monasteri sembrano altari nati spontaneamente dalla roccia. La Nubra Valley si spinge sin sotto i contrafforti del Karakorum, con la religiosità di un tempo che riporta questa terra alle sue origini, il Tibet. L’eccezionale trasparenza e luminosità dell’aria si accompagna a nubi che sembrano galoppare. Il lago Tso Moriri, il "lago delle montagne", circondato da vette altissime, coperte da ghiacciai, è nel cuore della regione del Rupshu, l'altopiano dell'Himalaya tibetano dell'India abitato dai tenaci nomadi Khampa. Chorten, muri mani, bandiere di preghiera ricordano la presenza del soprannaturale e la caducità della vita terrena.

Programma di viaggio

25 AGOSTO: ROMA – DELHI
Ritrovo dei partecipanti c/o l’aeroporto di Roma in tempo utile per le operazioni di check-in ed imbarco sul volo di linea Air India delle ore 20:40 per Delhi. Pasto e pernottamento a Bordo.

26 AGOSTO: DELHI
Arrivo a Delhi in mattinata. Trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate, che saranno disponibili dalle ore 12.00. Pomeriggio giro panoramico della città coloniale con sosta ai palazzi governativi davanti al Gate of India e visita dello spettacolare complesso del Kutub Minar, il più alto minareto in mattoni del mondo, composto da cinque piani, patrimonio dell’UNESCO, 1993. Cena e pernottamento.

27 AGOSTO: DELHI – LEH
In mattinata volo per Leh, capitale del Ladakh situata a circa 3500 mt di altitudine. L’arrivo all’aeroporto di Leh è un’esperienza unica, l’atterraggio avviene sulla pista a 3500 metri di altitudine dopo essere passati a breve distanza dal monastero di Spituk.  È questo il monastero più importante del Ladakh in quanto sede del potere amministrativo che controlla tutti i monasteri della regione. Costruito nell’XI e ampliato nel XV secolo, il Gompa si erge su una rocca in posizione strategica, dalla quale si domina la valle dell’Indo controllandone l’accesso da oriente e da occidente. Pomeriggio passeggiate per mercati, quartieri bassi e via dei forni, riposo necessario all’acclimatamento. Cena e pernottamento.

28 AGOSTO: LEH
Visita del Monastero di Thiksey, ampio complesso che ospita un importante centro studi per monaci, e di quello di Hemis, uno dei più importanti del Paese che conserva un’eccellente collezione di testi sacri e la più grande Tanka del Ladakh. Sosta fotografica al monastero di Shey. Pomeriggio visita al monastero di Spituk e a quello di Phyang, con le sue numerose sale che ospitano una collezione di bronzi, antichi dipinti e sale tantriche. Cena e pernottamento.

29 AGOSTO: LEH - VALLE DI NUBRA
Trasferimento alla valle di Nubra.Conosciuta come la valle dei fiori, la valle di Nubra si raggiunge superando il passo di Khardungla a 5560 metri di quota, forse il passo carrabile più alto del mondo. Fino a pochi anni fa la valle era chiusa al turismo poichè, al suo termine, la barriera dell’Himalaya è contesa con il vicino Pakistan; il ghiacciaio del Siachen, ai piedi di vette ben più alte di settemila metri, è parte della contesa. La valle di Nubra era un tempo via di transito per le carovane che dalla Cina, attraverso il Karakoram Pass, entravano in territorio tibetano per poi proseguire verso l’India. Consigliata l’escursione ai monasteri di Samsung, Panamik che, tra vette senza nome, da secoli, perpetuano gli insegnamenti del Buddha. Attraverso lo spettacolare passo di KardungLa a 5602 mt di altitudine. Nubra significa verde e, paradossalmente, la “verde valle” si trova in una delle aree più desertiche del Ladakh e indubbiamente la più inaccessibile e isolata.
Nel pomeriggio visita al solare monastero di Samstaling e a quello di Diskit. Al tramonto, passeggiata sulle dune di sabbia con possibilità facoltativa di safari a dorso di cammello battriano.  Cena e pernottamento.

30 AGOSTO: VALLE DI NUBRA – LEH
In mattinata, rientro a Leh. Pomeriggio visita dello Shanti Stupa, è una Stupa buddista, costruita nel 1991, ed è divenuta un’attrazione turistica sia perché detiene le reliquie del Buddah ma anche per la sua posizione che offre una magnifica vista sulla valle che la circonda. Tempo a disposizione per una passeggiata nel bazar di Leh. Possibilità di visitare lo Sankar Gompa, monastero buddista, relativamente moderno situato tra gli alberi della foresta di Khardung La. Cena e pernottamento.

31 AGOSTO: LEH – LIKIR – ALCI – ULEKTOPO
Trasferimento ad Uletokpo lungo la valle dell’Indo. Lungo la strada effettueremo la visita del villaggio e del monastero/fortezza di Alchi.Il monastero è uno dei monumenti più importanti di tutta l’arte himalayana e conserva tesori del valore inestimabile. Alchi è famoso per i bei dipinti murali e per le sculture lignee dipinte che ne fanno uno dei monasteri più importanti per la storia dell’arte buddista di tutta l’India. All’interno delle mura ci sono cinque templi tra cui spicca il Sumtsek o tempio a tre piani. Seguirà la visita al monastero di Likir, fondato nell’XI secolo e ricostruito nel 1605, quando il lama Drupwang Chodge ricevette dal Re Lhachen Gyalpo un’area per costruire un luogo di preghiera. Cena e pernottamento.

1 SETTEMBRE: ULEKTOPO – LAMAYURU – NURLA
Arrivo in tarda mattinata nella Moon Valley dove ci troveremo immersi in un suggestivo paesaggio di calanchi color giallo ocra. Si proseguirà per la visita del monastero di Lamayuru (3900 mt) legato alla scuola dei “Berretti Rossi”, edificato nell'XI secolo e luogo di meditazione del grande maestro buddista Naropa.
Il Gompa sorge in posizione strategica incastonato in una cornice di montagne color ocra. Letteralmente “Città dei lama”, è il più antico monastero del Ladakh e la sua fondazione si fa risalire al X secolo. Poco prima dell’anno 1000, il grande maestro Naropa passò più di un anno in meditazione in un eremitaggio situato sulla rocca, e in seguito lama Rinchen Zangpò, il grande traduttore dei testi sacri buddisti dal sanscrito al tibetano, edificò il monastero esattamente in quel luogo. Arrivo a Nurla e sistemazione in Hotel. Cena e pernottamento.

2 SETTEMBRE: NURLA – LEH
Si prosegue l’esplorazione di Nubra, giungendo nella parte settentrionale della vallata al monastero di Sumur; poco oltre, una breve passeggiata porta ad un magico laghetto, cinto da colline moreniche dalla cui sommità si gode una magnifica vista. Si inizia quindi il viaggio di ritorno – la vista incredibile merita almeno un secondo passaggio. Rientro a Leh in serata. Sistemazione in Hotel. Cena e pernottamento.

3 SETTEMBRE: LEH - DELHI – ROMA
Al mattino trasferimento in aeroporto e partenza con il volo di linea diretto a Delhi, cambio aeromobile e proseguimento per Roma.

 

Date e quote

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE minimo 10 pax                       Euro 2385.00

Assicurazione Cea facoltativa contro annullamento viaggio per quota doppia              Euro   72.00
Assicurazione Cea facoltativa aumento spese mediche 50.000                                         Euro  35.00
Assicurazione Globy rosso Spese mediche 200.000 Euro per persona                            Euro  86.00

La quota comprende:

  • Voli intercontinentali Air India Roma – Delhi – Roma
  • Visto ingresso India
  • Mezza pensione
  • Guida locale parlante inglese, accompagnatore da Delhi a Delhi parlante italiano
  • Ingressi nei monasteri secondo il programma
  • Trasporto innova (Toyota) in Ladack
  • Trasporto a Delhi in mini Bus.
  • Volo Delhi/Leh, Leh/Delhi
  • Assicurazione medico bagaglio base
  • Accompagnatore dall’Italia

La quota non comprende:

  • Mance, facchinaggi
  • Pranzi
  • Tutto quanto non espressamente menzionato nella quota comprende
  • Polizza facoltativa annullamento
  • Polizza facoltativa aumento spese mediche

VOLI AIR INDIA

25 AGOSTO ROMA DELHI           2040 0740

27 AGOSTO DELHI LEH                 0555 0720

03 SETTEMBRE LEH DELHI           1100 1225

03 SETTEMBRE DELHI ROMA      1415 1905

HOTEL

  • Delhi Crown Plaza
  • Leh Royal Ladakh
  • Valle di Nubra Hotel Grand Nubra
  • Ulektopo Uley Ethnic Dlx. Cottages
  • Nurla Hotel Apricot Tree

Informazioni di viaggio

DOCUMENTI
Passaporto originale con validità residua di almeno 6 mesi e almeno 2 pagine libere consecutive e il visto consolare.

SALUTE
Non è richiesta alcuna vaccinazione obbligatoria. È bene portare con sé una essenziale dotazione di medicinali utili e quelli per uso personale. Consigliamo di munirsi di disinfettanti intestinali. È consigliabile evitare i cibi crudi e non bere acqua corrente ma acqua e bibite in bottiglia. Evitare l'acqua di rubinetto e il ghiaccio nelle bibite. Importante avere un repellente contro le zanzare.

FUSO ORARIO
4 ore e mezza in avanti, quando in Italia c’è l’ora solare.
3 ore e mezza in avanti, quando in Italia c’è l’ora legale.

MONETA
La moneta locale è la rupia indiana (INR). Rupia 1 = EUR  0.013684 EUR
Gli euro vengono accettati, assieme alle carte di credito, nei principali negozi per turisti, tenendo d'occhio il tasso di cambio. Le rupie si possono ritirare anche dagli sportelli bancomat che si trovano nelle città principali.

TELEFONO
Il prefisso Indiano è +91.
Ci sono diversi operatori di servizi telefonici e si possono inoltre acquistare schede telefoniche un po' ovunque. I costi sono abbastanza elevati (non meno di 3 euro al minuto con tutti gli operatori). In caso di necessità di telefonate frequenti, si consiglia di acquistare una scheda con numero indiano. Per farlo si deve avere una copia del passaporto. E' possibile comunque telefonare anche da telefoni fissi, posti ad ogni angolo di strada, con un costo al minuto di 10/15 rupie, quindi davvero conveniente.

CORRENTE ELETTRICA
La corrente é a 220 volt e le prese sono circolari a tre poli.

CLIMA
Per visitare le regioni himalayane del Ladakh, del Kashmir e del Sikkim, il periodo ideale va da aprile a settembre, con clima secco e sporadiche precipitazioni notturne. Durante questi mesi le temperature sull'Himalaya, anche in altitudine sopra i 3000 metri , sono piacevoli: 18-22 gradi di giorno e 8-12 gradi di notte. Sopra i 4000 metri si registrano temperature notturne attorno allo zero.

LINGUA
In India non esiste una lingua nazionale, ma diverse lingue ufficiali: l'hindi è la lingua ufficiale del governo e quella più parlata; esistono però altre 21 lingue ufficiali e ben 1. 652 dialetti. L'inglese è comunque molto utilizzato.

Richiedi un preventivo

Contatti

Via Ricasoli, 9 50122 Firenze

Tel. 055 282042 Fax 055 217643

primaveraviaggi.com

Periodo

Agosto

 

TOP